Lentamente - Pablo Neruda

By idem, 7 Febbraio, 2007

E a proposito di poesia.....in questi giorni ho ritrovato una poesia di Pablo Neruda..."Lentamente Muore"....ne ho una copia sulla scrivania e ogni tanto la leggo.....

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, il colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini
sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli
occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova
grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno
sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

align="center">

WildBoy

17 anni 5 mesi fa

E' un testo bellissimo. L'avevo letto qualche anno fa ma l'avevo dimenticato.

Sarebbe opportuno tenerle sempre in mente queste massime...

Racquel Darrian

17 anni 5 mesi fa

"Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità."
Dedico questa frase a WB, che ha dimostrato, e dimostra, che chi vuole raggiungere un obiettivo è disposto ad ignorare la presenza di montagne, oceani e foreste. E che la felicità,a volte, usa strani travestimenti per confondere le idee, ma esiste.

King Of Bagher

17 anni 5 mesi fa

O.T. perchè raquel non risulti mai in linea o comunque connessa in giornata? Non fai il login automatico? Vuoi restare in incognito? Lo chiedo perchè risulto l'unico in linea ed invece mi spuntano a destra e manca i tuoi interventi.

King

WildBoy

17 anni 5 mesi fa

@Raquel: e io te ne dedico due di frasi!

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare;
align="center"> Perchè ti sei lasciata aiutare, perchè mi hai permesso di nutrire il tuo ego ferito.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo
align="center"> So che hai capito cosa voglio dire, che tanto a 'sta ora te l'avrò ripetuto mille mila volte.

Racquel Darrian

17 anni 5 mesi fa

Ringrazio idem per i bei versi di Neruda. La poesia riveste un grande ruolo nella mia vita.
Ringrazio WB per avere estrapolato i versi che mi riguardano direttamente. (Il sentiero diventerà una strada, la nostra)

KING: Speravo di farla franca. Speravo nessuno mi chiedesse mai nulla che riguardasse l'informatica, il web ecc. Prima di conoscere WB sapevo a malapena inviare mail. Usavo il PC per lavoro (scrivere fiumi di parole). Poi lui mi ha insegnato un sacco di cose. Per sentirmi vicina a lui e sentire lui vicino a me ho imparato, nonostante sia zuccona (lui dice di no, ma lo dice per farmi pacere)a inviare e ricevere di tutto. Ho sempre detestato i blog. Commento perfino lì (raramente, ma lo faccio). Tutto questo per dirti, K. che non ho capito una emerita minchia di ciò che mi hai chiesto. Ora WB è al cinema. Quando esce chiedo a lui. Ciao

DELY

17 anni 5 mesi fa

E' toccante, molto toccante. Ogniuno di noi dovrebbe averne una copia impressa nella mente. Ecco era quello che volevo dire nella discussione "Raquel chi sei"... Idem ha colto perfettamente nel segno.

King Of Bagher

17 anni 5 mesi fa

Se no lo ha già fatto wb provo a spegarti cosa intendevo, anche se wb ne sa MOLTO + di me in fatto di informatica. Comunque, se tu quando entri nel sito fai il loggin (scrivi username e password nell'apposito spazio)e poi dici di ricordarti, la prossima volta che rientri (se non cambia il tuo indirizzo ip, es se ti colleghi da luoghi o pc diversi)non hai bisogno di ridigitarli ogni volta che scrivi un messaggio, ed inoltre ti segnala quali discussioni hanno nuovi interventi dal tuo ultimo accesso. Sono stato spiegato?

King

WildBoy

17 anni 5 mesi fa

Per citare il nostro caro Neruda:

Lentamente muore chi non fa domande sugli argomenti che non conosce
align="center">

Non è il caso di Raquel. Lei mi ha chiesto sempre quello che non riusciva a capire nel mondo del web. Lei aveva voglia di imparare e io pazienza per insegnare. Ormai è un'esperta.
Comunque (e la chiudiamo subito qui visto che la discussione giusta per parlarne è questa) nel proprio profilo è possibile specificare se mostrare o no quando si è on line.

King Of Bagher

17 anni 5 mesi fa

Non sapevo che nel profilo si può decidere se far vedere o no il fatto di essere on line ........ quante cose devo ancora scoprire?
Comunque raquel, te l'avevo detto che wb ne sa + di me.

King

Racquel Darrian

17 anni 5 mesi fa

Mi ha SEMPRE annoiato l'informatica. Però ne riconosco la straordinarietà applicata in in sacco di campi. WB ne è così entusiasta che un pò, in verità mi ha contagiata (non ti illudere tesoro, QUELLA non sarà mai una delle mie passioni..). Così ho imparato davvero tante cose (però le ho sempre ripagate le tue lezioni hi hi !!).
Quando ero in Brasile mi dava lezioni telefoniche che ci sono costate un occhio!!!!

WildBoy

16 anni 5 mesi fa

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, il colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini
sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli
occhi, quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore
davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova
grazia in se stesso.

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno
sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

align="center">

Non è una poesia di Pablo Neruda!
Non so se mi fa più male ammettere che anche io ero uno dei quelli che consideravano quei versi figli del poeta cileno o che il demente mastella abbia tirato in ballo in un momento così delicato ad una catena che gira su internet!

"Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine", diceva ieri il senatore dell'Udeur, ma non sapeva di essere caduto in una bufala che gira da anni su internet. Il testo della poesia è di Martha Medeiros, giornalista e scrittrice brasiliana nata nel 1961. Da anni passa come una catena di sant'Antonio dalle caselle di posta elettronica ai blog: una ricerca su Google produce quasi cinquantamila risultati per le parole Neruda e "muore lentamente", ma solo pochissimi siti segnalano l'errore: il 10 gennaio 2007, più di un anno fa, Lorenzo Masetti lo scriveva sul suo blog; un altro blog sul sito internet del Pais lo ha scritto l'8 luglio 2007.

Poche segnalazioni rispetto ai tantissimi siti che avevano diffuso questa "ode alla vita", come una poesia di Neruda, ma la lettura di Mastella ha svelato l'errore.

align="center">

fonte: http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/politica/crisi-governo-2/poesia-neruda-no/poesia-neruda-no.html