[Gomito a gomito con] l' aborto

Inviato da WildBoy il Gio, 02/07/2008 - 15:08

Molte polemiche (anche) nei giorni scorsi sulla questione dell'aborto.

La riflessione potrebbe partire anche stavolta dal testo di una canzone di Elio e le storie tese.

Adesso c'ee' un altro pezzo veramente forte, un brano che lui ha ascoltato gia' infatti,e' un pezzo che parla del dell'aborto, ma dell'aborto non quello li' diciamo brutto quello vero, dell'aborto visto come un'entita' astratta, cioe' immaginatevi con uno sforzo che esista, perche' c'e' poi, un aborto un'entita' no, come fosse un amico oppure come se fosse un, non un Dio ma come se fosse un ideale: l'aborto, immaginatevelo. E questo nostro pezzo infatti parla della della nostra vita gomito a gomito con l'aborto e il titolo di questo brano e' proprio gomito a gomito con l'aborto, pensate.

Gli ombrelloni ripiegati e le sdraie
un'altra estate che se ne va
e io qui che mi ritrovo da solo
a pensare all'aborto

Aborto aborto smaliziato dove vai
Aborto aborto travisato tu che fai
Aborto aborto sai di stupida ironia
ma l'aborto sa anche farti compagnia

Gomito a gomito con l'aborto mi son trovato a volte io
in questi tempi pieni di aborto ci si riduce a sgominare l'aborto

Ma se l'aborto avesse un briciolo della tua ingenuita'
saprei trovare le parole per ridere con te, io e te uniti nell'aborto
Aborto aborto batti un colpo se ci sei
Aborto aborto come andiamo e' tutto occhei
Obiettori e referendum che follia
Ma in aborto vince la tua fantasia

Dannata polemica sull'aborto cosa vuoi saperne tu
dei problemi dell'aborto delle problematiche dell'aborto

Ma se l'aborto avesse un briciolo dell'innocenza mia
a raccontargli i miei segreti me lo inculerei
io il mio amico Aborto

Aborto aborto sentimento e ipocrisia
Aborto aborto so che vuoi portarmi via
Prendi tutte quelle stelle brillarelle che c'hai tu
fontanone cupolone sono tuo

Aborto aborto
Aborto il piu' fico aborto si' aborto ah ah ah ah aborto
e in aborto questa volta hai vinto tu

Con la partecipazione di Tonino Cripezzi dei Camaleonti

align="center">

L'aborto è un tema molto complesso .... sinceramento non so nemmeno io se sono favorevole o contrario, non ci ho mai pensato e quindi non ho mai focalizzato una idea precisa.

King

Personalmente non sono completamente a favore dell'aborto però credo che se una decida di ricorrervi possa farlo liberamente, in tutta sicurezza e tutelato in ogni sede, sanitaria, psicologica e legislativa in primis.

Mi fanno girare i maroni quelli che si pongono come detentori dell'etica e del giusto/sbagliato, vedi quelli del convegno anti-abortista promosso da don Pietro Vitorelli (che non ha figli), i cui relatori erano Giuliano Ferrara (che non ha figli) e Paola Binetti (che non ha figli).
Tutta gente che non ha figli ma che pretende di decidere sui figli degli altri.

Parliamoci chiaro: se non PUOI avere un figlio i metodi e "i praticanti" per abortire esistono dai tempi dell'antico egitto.

E poi se non è aborto è cassonetto.

Anch'io non riuscirei mai a consigliare un aborto!

Domenica scorsa era per la chiesa la festa della vita, il sacerdote dal pulpito ha predicato, naturalmente, contro l' aborto e contro chi, difronte alla possibilità di mettere al mondo un figlio disabile opta per interrompere la gravidanza.
Ha fatto di più, ha pure affermato che non siamo liberi di scegliere la vita nel momento in cui i medici propongono di far fare ulteriori accertamenti oltre ai normali esami di rutine.
Sinceramente......mi ha fatto schifo sentire quei discorsi!
Nessuno dovrebbe permettersi di giudicare le scelte di una persona, può non condividerle, può come chiesa dare delle linee guida ai propri fedeli, ma ogni essere umano risponde alla propria coscienza.
I politici poi, che rubano a destra e a manca, ci vengono a fare lezioni di morale..... dovrebbero stare zitti.
Ma hanno mai provato a sentirsi dire che il figlio che portano in grembo ha gravi malformazioni ed essere posti davanti a questa difficilissima scelta?
Invece di fare convegni contro l' aborto, perchè non fanno convegni per trovare soluzioni che aiutino le famiglie in difficoltà, e che per questo scelgono l' aborto.
Nessuna donna, sono certa, passa indenne, fisicamente e psicologicamente da una scelta del genere.